FIBRE DI ORIGINE ANIMALE

tessuti animali descrizioni su www.makeyourstyle.fashion

TESSUTI DI ORIGINE ANIMALE : PROVENIENZE E QUALITA’

tessuti animali descrizioni su www.makeyourstyle.fashion

 LANA

 

Questa fibra si ottiene dal vello degli ovini. Si includono però anche i peli di altri animali come “cammello, capra, cashmere ecc..”. A seconda della razza dell’animale dipende la qualità della lana; le migliori sono : pecore Merinos, Rambuillet, le razze inglesi e tra le nostrane la pregiata “Gentile di Puglia”. In base alla finezza le lane di dividono in fini, medie e grosse. La loro arricciatura invece le rende soffici, morbide e leggere. Caratteristica importante di questa fibra è il suo potere altamente isolante e la grande capacità si assorbire umidità. I tessuti di lana si distinguono in :

  • CRESPO : può essere anche di seta o cotone; è molto leggero e per mantenere la crespatura non va stirato. Dopo il lavaggio a mano va fatto asciugare in orizzontale.

  • FLANELLA : tessuto fine, molto caldo e di lana morbida.

  • GABARDINE : tessuto spigato in lana o seta, a volte misto a poliestere. Ha il difetto di attirare macchine che difficilmente si tolgono. Bisogna lavarlo a secco e stirarlo dal rovescio per evitare che diventi lucido.

  • GRISAGLIA : tessuto di lana costituito da fili bianchi e neri che creano un colore grigiastro.

  • JERSEY : tessuto a maglia in fibre di lana.

  • PRINCIPE DI GALLES : tessuto a riquadri composti solitamente bianco o grigio.

  • RITORTO : può essere in lana o cotone; si ottiene da fili ritorti.

  • SHETLAND : tessuto di lana o misto; è molto soffice e resistente. L’originale è composto interamente da lana scozzese dell’isola di Shetland.

  • TARTAN : tessuto scozzese con disegni a forma di rombi.

  • TWEED : tessuto di lana scozzese lavorata in diagonale a due colori, resistente alle macchine.

LANE SPECIALI

 

  • CASHMERE : è la fibra prodotta dalla capra che vive sulle montagne dell’Himalaya e del Tibet. Questo tessuto è caratterizzato da un manto di lanugine corta e soffice. Ogni animale fornisce poco più di 100 grammi di lana e questo spiega l’elevato costo.

  • MOHAIR : deriva dalla capra d’Angora originaria della Turchia, oggi allevata anche negli Stati Uniti e nel Sud Africa.

  • CAMMELLO : questo animale si trova in Asia, ha un manto setoso e lungo, ed un sottopelo più morbido e lanoso. In primavera il sottomanto comincia a cadere e viene raccolto per essere usato nell’abbigliamento conservando il suo colore naturale.

  • VIGOGNA : fa parte della famiglia dei camelidi e vive al confine tra Cile e Perù. Questo animale ha un lungo vello ed un sottopelo molto soffice che fornisce una fibra davvero molto fine.

  • ALPACA : cammello allevato sulle Ande. La tosatura viene eseguita ogni due anni ed il vello è simile a quello del mohair.

  • LAMA : un altro cammello che vive sulle Ande. La lana è molto lucida e calda.

tessuti animali descrizioni su www.makeyourstyle.fashion

SETA

 

La seta è una fibra brillante, resistente, finissima e morbida. Viene usate anche mista ad altre fibre come cotone, lana e sintetici per migliorarne la brillantezza. Il suo carico di rottura è pari addirittura a quello di un acciaio comune. La seta ha un buon poter termico isolante. Si consigliano lavaggi con basse temperature e stirature leggere. I tessuti di seta di dividono in :

 

  • BROCCATO : tessuto jacquard molto fitto con motivi di rilievo sopra il diritto.

  • BROCCATELLO : broccato più leggero simile al damasco.

  • CHIFFON : tessuto leggero, semitrasparente e crespato. Il più delicato è in seta ma esiste anche in fibre sintetiche.

  • DAMASCO : può essere di seta, cotone o lino, jacquard “double-face” cioè ottenuto con due fili dello stesso colore, uno opaco e l’altro lucido, utilizzabile da entrambi i lati.

  • DAMASCATO : lavorato a damasco con diversi colori. Damasco e damascato sono entrambi tessuti importanti usati sia in tappezzeria che nell’abbigliamento elegante.

  • GEORGETTE : può essere in seta, cotone o fibre sintetiche. Tessuto prodotto con due filati ritorti uno in senso contrario dell’altro. Ha un tocco ruvido.

  • LAMPASSO : tessuto di origine cinese con grandi disegni sul fondo cupo. Usato in tappezzeria.

  • MOIRE’ : può essere in pura seta o mista ad altre fibre. Caratterizzato da riflessi cangianti che ricordano le venature del legno.

  • ORGANZA : tessuto molto utilizzato soprattutto nel settore degli abiti da sposa.

  • ORGANZINO : tessuto formato dalle migliori fibre continue.

  • SHANTUNG : tessuto di origine dall’omonima regione cinese. Ha la superficie ineguale per l’ingrossamento dei fili e non è di qualità pregiata.

  • SATIN : tessuto lucido in seta o fibre sintetiche. Estremamente liscio al tatto e morbido sulla pelle.

  • TAFFETA’ : tessuto leggero e compatto. Prima usato per ottenere l’effetto frusciante delle sottovesti.