FIBRE DI ORIGINE VEGETALE

tessuti vegetali makeyourstyle.fashion

 TESSUTI DI ORIGINE VEGETALE : I PIU’ PREGIATI ED UTILIZZATI NEL COMMERCIO

tessuti vegetali makeyourstyle.fashion

COTONE

E’ sicuramente la fibra tessile più importante e più utilizzata. Si ottiene dai peli che rivestono i semi contenuti nel frutto della pianta del cotone. I tessuti di cotone si dividono a loro volta in :

  • BATISTA : trasparente e leggero, può essere anche di lana, sintetico o seta. Quello di lana deve essere lavato a secco.

  • CHINTZ O CINZ : tessuto misto, può essere cotone o sintetico. Di solito stampato da una parte è spesso e lucido. Si lava a mano o in lavatrice senza centrifuga e si stira dal diritto ancora umido.

  • COTONE MADRAS : tela originaria dell’india, i suoi colori tendono a scolorirsi e quindi bisogna lavarlo in acqua fredda aggiungendo aceto all’acqua del primo lavaggio.

  • CRETONNE : tessuto forte usato specialmente in tappezzeria.

  • DENIM : tessuto per jeans, può essere in cotone o in poliestere misto cotone. Potrebbe restringersi anche molto e scolorire quindi è bene non lavarlo con altri tessuti di cotone o con centrifughe troppo forti.

  • FLANELLA : tessuto leggermente peloso può essere in cotone, lana o rayon. Usare lavaggio delicato.

  • FUSTAGNO : tessuto pesante che imita il daino, è abbastanza peloso e può essere sia in lana che in cotone.

  • GARZA : tela a trama larga usata anche per prodotti farmaceutici.

  • GROS-GRAIN : tessuto pesante a corde rilevate o rilievi irregolari.

  • MUSSOLA : tessuto leggero e semitrasparente. Può essere solo cotone o misto poliestere.

  • ORGANDIS : trasparente a fibre lunghe con finissaggio crespato indelebile.

  • PERCALLE : tessuto molto fitto, può essere in cotone o misto cotone.

  • PIQUET : tessuto con effetti in rilevo (deriva dal francese “trapuntare”).

  • POPELINE : può essere anche impermeabile, pesante in solo cotone o misto.

  • RASATELLO : si usa per foderami ed è molto simile al raso di seta.

  • SANGALLO : tessuto ricamato meccanicamente a disegni traforati eseguiti a cordoncino.

  • VELLUTO : morbido a pelo alto, se a coste o liscio viene chiamato “fustagno”.

  • VOILE : leggerissimo e trasparente, di solito crespato ma può essere anche in fibre diverse come la seta.

 

LINO

Il lino grezzo ha un colore bianco lucente : la sua fibra è pregiata, leggera e molto resistente. Rispetto al cotone è un migliore conduttore di calore e si distingue per la freschezza che trasmette e che lo rende adatto ad indumenti estivi. Si stropiccia facilmente e si stira con difficoltà. 

lino

lino

CANAPA

Si ottiene dal fusto della pianta di canapa. E’ una fibra forte ed il colore può cambiare dal grigio argento al bianco crema. Resiste al calore ed assorbe bene l’umidità : queste caratteristiche la rendono adatta a proteggere il corpo dal caldo estivo. E’ stata riscoperta dalla moda negli ultimi anni e viene utilizzata mista ad altre fibre.

canapa

canapa

IUTA

 

Questa fibra si ottiene dal fusto dell’omonima pianta con procedimenti simili a quelli usati per la canapa. Per la sua resistenza viene usata nella fabbricazione di cordami, sacchi, stuoie, tappeti e tende. Nell’abbigliamento si utilizza mista ad altre fibre.

iuta

iuta